NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Umoristi a Marostica: internet il tema della quarantesima rassegna di grafica

Il mouse, piccolo guizzante topo elettronico, guida nelle ricerche gli artisti evocando sul desktop un torrenziale inconcluso sapere da visualizzare

di Resy Amaglio

facebookStampa la pagina invia la pagina

Umoristi a Marostica: internet il tema della quara

Ecco la Rete, nostra signora e padrona; quella maiuscola, beninteso, che non si intreccia ma si connette e tutti ci cattura, conducendoci ai più disparati approdi dopo averci fatto navigare in un oceano di informazioni, ordini, annotazioni e deviazioni.

È aperta al Castello Inferiore di Marostica la quarantatreesima rassegna internazionale di grafica umoristica curata dallo storico Gruppo Grafico Marosticense, che per il 2011 propone un tema divenuto improrogabile, Internet.

Quanto possa essere, e sia, penetrata nella vita di intere popolazioni la silenziosa presenza capace di farsi voce universale è ampiamente dimostrato dall’erompere di vicende come quelle che stanno sconvolgendo l’area mediterranea; non le sole, tuttavia, ad indurci a riflettere sui poteri di una realtà tecnologica dagli effetti dirompenti.

Umoristi a Marostica: internet il tema della quara (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)È però l’aspetto strettamente individuale che ha solleticato l’immaginazione degli umoristi e sguinzagliato i loro deliziosi tradizionali arnesi da lavoro sugli scombinati sentieri dei nostri rapporti quotidiani con questa “cosa” straordinaria, da pochi lustri entrata nelle nostre case e che parrebbe governare le nostre esistenze, o almeno gran parte delle nostre sinapsi, costrette a produrre per interposto mouse pensieri e progetti, sogni, riflessioni, follie.

Già, il mouse, piccolo guizzante topo elettronico che ci guida nelle ricerche, evocando sul desktop un torrenziale inconcluso sapere, da visualizzare, scaricare, salvare, oppure annullare in una frazione di secondo: un click e si rientra nel nulla.

Sbuca persino dal Muro del pianto, l’animaletto postmoderno disegnato da Yuriy Kosobukin (Ucraina), premiato, allegramente accolto dal bambino al passo coi tempi, mentre il padre, saggio israelita barbutissimo, guarda costernato tanta profanazione.

AUmoristi a Marostica: internet il tema della quara (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica) dare un senso preciso ai nostri atteggiamenti di indefessi comunicatori psicodipendenti dai congegni che macinano innumerevoli solitudini, è ancora una bestiolina di nuova concezione, molto particolare, @ la chiocciola, dominatrice di ogni alfabeto contemporaneo e chiave di volta dei collegamenti che andiamo continuamente architettando con l’ignoto, nella certezza di riceverne comunque risposta.

Giancarlo Sartore, Italia, premiato, la immagina simile a un imponente labirinto, cui un muro blocca l’uscita: non esiste via di fuga dal simbolo onnipresente. Si adegua il pagliaccio giocherellone di Grzegorz Szumowski (Polonia) e, soffiando nella trombetta di carta, inventa una chiocciola multicolore contro un cielo notturno luminescente alla Magritte.

Tutto quanto ci circonda assume questa forma, sembra ammonire Markus Grolik (Germania): nel colorato caos del suo cartoon sono @ le ruote dell’automobile, il serpente che si inerpica nell’aria risvegliato dalla musica dell’incantatore, la proboscide dell’elefante avvolta su se stessa e pure la fantasia di uomini e animali.

Umoristi a Marostica: internet il tema della quara (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Nel quadretto firmato da Konstantin Kazanchev (Ucraina), premiato, un bell’elefantone pacioso si allontana, sotto lo sguardo allibito di un esploratore, dopo aver lasciato sul terreno i propri voluminosi escrementi, naturalmente in forma di @, per la delizia di alcune mosche pronte alla bisogna.

Come lUmoristi a Marostica: internet il tema della quara (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)iberarci dal molesto insinuante grafema? Nell’elegante cartoon Gran Premio Scacchiera, Houmayoun Mahmoudi (Gran Bretagna) suggerisce un metodo sicuro: lo si estirpa dalla tastiera, come un fastidioso dente cariato. Ma Ernesto Cattoni (Italia), Premio speciale Marco Sartore, ci racconta che ogni bimbo viene ormai al mondo con un personale indirizzo e-mail, in evidenza sulle culle allineate in una futuribile nursery, accomunate da un ineluttabile destino elettronico.

continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar