NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

La guerra in AIM blocca il park dei Carmini

Il consigliere delegato Cicero contro il CdA di AIM: “C'è chi sta giocando con il fuoco, serve una scossa”

di Luca Faietti
faiettil@tvavicenza.it

facebookStampa la pagina invia la pagina

La guerra in AIM blocca il park dei Carmini

Il park da quasi 500 posti da realizzare ai Carmini, già annunciato oltre tre mesi fa dalla giunta Variati è fermo, bloccato dentro le lotte intestine che caratterizzano questo periodo storico- politico di AIM. Una situazione di impasse davvero imbarazzante per il primo cittadino Achille Variati, che vede di fatto scivolare verso il prossimo autunno e solo dopo l'insediamento del nuovo Cda il via libera al tanto decantato parcheggio che dovrebbe risolvere i problemi del centro storico e degli esercizi commerciali della zona. «Lo dico chiaramente. Sono scocciato da questa latitanza che sembra studiata ad hoLa guerra in AIM blocca il park dei Carmini (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)c» borbotta il consigliere delegato alla Mobilità Claudio Cicero. «Ne ho le scatole piene di questi rinvii. Qui mi sa tanto che ci sia chi fa il furbo e si gioca con il fuoco e con le esigenze dei cittadini. Se andiamo avanti così il parcheggio non sarà mai pronto per fine estate. Si tratta di una area di sosta vitale per il centro storico e per i commercianti». C'è chi sta facendo la guerra all’amministrazione comunale dentro il Cda di AIM proprio per il fatto che il consiglio è in scadenza? «Io dico che guerre non se ne possono fare, non possiamo permettercelo, e aggiungo anche di darsi una mossa, non è più prorogabile questo genere di iniziativa, il parcheggio deve dare respiro alla parte est della città e ne abbiamo bisogno. Chi ha ruoli di responsabilità deve assumersi anche le responsabilità del caso».

Cicero è durissimo. D'altra parte il trasferimento delle officine è essenziale per poter liberare gli spazi da adibire a parcheggio. In caso contrario è impossibile procedere alla sistemazione dell'area che dovrebbe poi ospitare 490 nuovi posti auto. Vero e proprio ossigeno per la sosta in centro città.

Park a Vicenza città: quale è la soluzione migliore per risolvere il problema della sosta in centro a suo avviso? Bastano gli attuali parcheggi o serve altro per dare respiro ad automobilisti e cittadini?

Arrigo Abalti, consigliere comunale PdL, ex assessore alla Sosta: «Appare evidente che i parcheggi in centro non sono sufficienti, così come è chiaro che l'Amministrazione Variati in questi tre anni non ha fatto nulla se non dare la colpa a noi La guerra in AIM blocca il park dei Carmini (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)per ogni cosa che non va ed esternare senza fare. Sarebbe facile in questo contesto ricordare il flop del parcheggio che si doveva fare vicino alla GIL, ma credo sia più corretto confrontarsi sulle idee e sulla fattibilità dei progetti. Personalmente farei una mappatura degli spazi inutilizzati del centro, perché vi sono moltissime aree di proprietà del comune a cui non si pensa perché è meglio alambiccarsi su progetti faraonici su un futuro inesistente che trovare soluzioni a breve. Un classico di questa maggioranza. Il ragionamento che si avvita su se stesso e che palesa l'incapacità di decidere. Facciamo un esempio, le scuole del centro hanno tutte un cortile, e nel fine settimana sono chiuse, perché non si usano? Si può fare subito e non costa niente. L'area universitaria di Viale Margherita ha un parcheggio interrato nuovo che nei week end è vuoto, ma pochi lo sanno e nessuno lo propone, l'ex macello è ancora nello stato in cui lo abbiamo lasciato noi e c'era proprio un'ipotesi di parcheggio... insomma l'elenco si allungherebbe troppo e lo spazio a disposizione non basta, ma bastano questi pochi esempi per far comprendere che il problema non è nella disponibilità di spazio ma nella mancanza di fantasia di questa giunta e nell'immobilismo amministrativo sulla politica della sosta. Piacciono tanto le rotatorie e ci si dimentica della sosta».

Federico Formisano, capogruppo PD in Consiglio Comunale: «Io sottoscrivo la proposta che fece a suo tempo il consigliere Soprana: in centro servono parcheggi soprattutto per i residenti, per liberare le strade dove sostano le auto di quelli che abitano La guerra in AIM blocca il park dei Carmini (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)nella zona centrale della città e creare spazio per percorsi dedicati ai bus navetta. Vanno potenziati i parcheggi a ridosso della prima periferia e le linee di centro bus. Su questo dovrebbe innestarsi l’idea forte di un metro tram che risolva almeno in parte il problema del servizio pubblico. Ma senza gravare eccessivamente sul bilancio comunale. Purtroppo in questo momento è difficile pensare che lo Stato possa finanziare un intervento da 80 milioni di euro. Tramontata la soluzione dell’ex GIL per gli interventi attuati presso la Regione, bisogna individuare altre soluzioni idonee.
Credo che la soluzione dei Carmini sia buona soprattutto nella logica dei parcheggi per residenti. Attirare eccessivo traffico in una zona abbastanza congestionata non mi sembra una soluzione valida. Io personalmente non scarterei l’utilizzo dell’Ex Macello. Quell’edificio è veramente fatiscente e rappresenta per la città un brutto biglietto da visita. Piazza Matteotti con il Museo restaurato e con alcuni interventi di maquillage agli edifici (Hotel Giardini, Ostello della Gioventù, ecc.) è diventata più decorosa, ma è rovinata dalla sagoma cupa di quel vetusto edificio.
Io lo vedrei bene come un parcheggio alternativo a quello della ex GIL. Su Campo Marzo credo che un altro parcheggio non serva: Via Verdi non è quasi mai pieno e quindi assolve bene alle aspettative di parcheggio per quell’area».

 

continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar