NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

La premiazione del concorso “Voci verdi” a villa Caffo-Navarini di Bassano del Grappa

La IV edizione del riconoscimento promosso dall’associazione culturale “Va’ Pensiero” ha riscosso un vasto successo per la partecipazione di oltre 200 elaborati in prosa e in poesia provenienti non solo dal Veneto, ma da tutta Italia

di Gianni Giolo
giolo.giovanni@tiscali.it

facebookStampa la pagina invia la pagina

La premiazione del concorso “Voci verdi” a villa C

Si è svolta a Bassano, nella sontuosa cornice di Villa Caffo Navarini, la quarta edizione del premio nazionale “Voci Verdi”, indetto dall’associazione culturale “Va’ Pensiero”, istituito e fortemente voluto dalla promotrice Maria Nives Stevan [a des.], premio che quest’anno ha riscosso un vasto successo La premiazione del concorso “Voci verdi” a villa C (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)di pubblico per la partecipazione di oltre duecento elaborati provenienti dal Veneto e da tutta Italia. Le opere, sia in prosa che in poesia, premiati e segnalati sono stati pubblicati in una splendida antologia curata dalla Editrice Artistica Bassano di Andrea Minchio. «È sempre un piacere – scrive la Nives Stevan – far conoscere un’iniziativa, e costatare che incontra il favore del pubblico dà molta soddisfazione. L’idea di organizzare questo premio letterario nasce dal desiderio di far crescere l’amore per la poesia e la letteratura in genere, ma anche per dimostrare come l’utilità dei premi letterari possa favorire l’arricchimento del patrimonio culturale, premettendo di scoprire nuovi autori e portando alla pubblicazione dei testi che mai avrebbero visto la luce. Come promotrice del premio e rappresentante dell’associazione culturale “Va’ Pensiero”, do il benvenuto a tutti gli autori che hanno concorso. La crescente massiccia partecipazione, che riscontro, dà soddisfazione a noi organizzatori ma anche alle autorevoli amministrazioni pubbliche che hanno concesso il patrocinio all’iniziativa, dimostrando una particolare sensibilità verso la cultura».


Autori provenienti da tutta Italia

La giuria composta, per la sezione poesia, da Nico Bertoncello (presidente), Gianni Celi, Maria Pia Morelli, Paola Lizzy Pesavento, Eros Zecchini e, per la sezione narrativa, da Giandomico Cortese (presidente), Lia Bordignon, Andrea Gastner e Lidia Toniolo La premiazione del concorso “Voci verdi” a villa C (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Serafini ha conferito il primo premio a Tiziana Monari di Prato [a sin., premiata dall'on. Lanzarin], per la poesia “Un’ape sul cuore”, e per seconda Alvaro Staffa di Roma [a des., premiato dall'on. D'Agrò] per la poesia “La vita rubata” e, per la sezione narrativa, il primo premio è stato vinto da Valter Ferrari di Tortona [a sin., premiato dal vicesindaco di Bassano e Assessore alla Cultura Carlo Ferraro] per il racconto “I colori, le anime e gli amori” e il secondo da Nilla Zen di Romano d’Ezzelino [in basso a sin., premiata dall’avv. Campana] per il racconto “Yesterday” (i quattro autori premiati sono stati fotografati tutti insieme con la Stevan e i dueLa premiazione del concorso “Voci verdi” a villa C (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica) presidenti Cortese e Bertoncello). Come si vede la giuria, che non era a conoscenza degli autori degli elaborati, ha premiato autori provenienti da tutta Italia e non solo dal Veneto: la vincitrice del primo premio di poesia è di Prato, del secondo di Roma e per la narrativa il primo è di Tortona e la seconda di Romano d’Ezzelino. «Il concorso ha visto – scriveLa premiazione del concorso “Voci verdi” a villa C (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica) Nico Bertoncello, presidente della sezione poesia – ben 149 opere e i temi trattati sono stati i più vari: ci sono riferimenti alle stagioni, alla natura, si parla di stati d’animo, di sogni, di guerra, di musica e anche di paura; argomenti che certamente potranno interessare il mondo dei lettori. Per quanto riguarda la forma si sono riscontrati vari stili, vi è stato chi si è espresso in maniera più lirica e altri invece hanno privilegiato una tecnica più prosastica ma all’interno di questi due filoni ciascuno si è espresso con una sua particolare caratteristica. Venendo quindi al giudizio, con gradita sorpresa e soddisfazione della giuria, alcune composizioni dimostrano già una buona conoscenza della tecnica e del linguaggio poetico e per questo possiamo dire che queLa premiazione del concorso “Voci verdi” a villa C (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)sta quarta edizione del premio è di buon livello. Venendo alle motivazioni delle poesie premiate, per quanto riguarda “Un’ape sul cuore”, ci troviamo di fronte ad una poesia scritta con proprietà di linguaggio, con una buona costruzione e con uno svolgimento scorrevole».

continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar