NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

A Camisano tutti “in campo” per l'area dell'ex Consorzio

Nel dibattito, che prosegue da decenni, promosso un sondaggio dal gruppo di minoranza attraverso la distribuzione di 3.500 volantini. A fine mese assemblea pubblica, c'è chi promette battaglia

facebookStampa la pagina invia la pagina

A Camisano tutti “in campo” per l'area dell'ex Con

(C.R.) Una storia infinita, ma che potrebbe trovare finalmente una soluzione. È quella che riguarda a Camisano Vicentino l'area dell'ex Consorzio che qualche mese fa l’amministrazione comunale ha riacquistato, per una cifra che sfiora il milione di euro, dall´Ater: quest’ultima, dopo aver realizzato il primo stralcio, ha rinunciato a proseguire con la costruzione di un edificio che attualmente è presente nella zona. A fine mese, nella serata di lunedì 30 gennaio, è stata programmata un'assemblea pubblica nella quale verrà discussa la situazione e durante la quale verranno raccolte le proposte dei cittadini. Una decisione su come procedere sarà poi presa nei mesi successivi, anche se l'area, estesa su circa 16 mila mq, è "particolareggiata", quindi sottoposta a determinati vincoli. Compresa tra via Monsignor Girardi e via Marconi, si trova a poche centinaia di metri dal centro storico, ossia dal Municipio e proprio per questo risulta molto appetibile.

 

Renzo Marangon (sindaco di Camisano): «Aspettiamo le proposte, ma non verranno costruite case»

A Camisano tutti “in campo” per l'area dell'ex Con (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Renzo Marangon, sindaco di Camisano Vicentino, si trova al comando di un progetto che potrebbe finalmente trovare la soluzione ad un problema che si trascina da decenni, precisamente dall'inizio degli Anni Ottanta. «Le possibilità sono molte e proprio per questo - spiega il primo cittadino - aspettiamo di vedere le proposte, ma anche come si sviluppa la situazione. Una volta risolti i vari problemi la nostra intenzione è indicare una lista di 5-6 professionisti, ai quali aprire un mini-concorso per lo sviluppo dell'area».

Alcune delle proposte del Comune saranno esaminate proprio nell'incontro del 30 gennaio. Il sindaco Marangon non si vuole sbilanciare, eppure ci rivela un'importante anticipazione. «Nell'area dell'ex Consorzio non verranno costruite altre case – assicura – di sicuro quella non diventerà una zona residenziale. Quando l'Ater, tre mesi fa, ci ha detto che non intendeva proseguire ma era intenzionata a vendere l’area a terzi, noi siamo intervenuti, così come prevedeva l’accordo, facendo valere la nostra opzione di riacquisto. Ora tocca a noi decidere, ma vogliamo che la scelta sia condivisa»

Eppure sono diverse le incognite, non tutte dipendenti dall'amministrazione locale: una ad esempio riguarda l’eventuale trasferimento della locale filiale della Banca Unicredit che potrebbe trasferirsi nel nuovo palazzo, inserito nell'area in questione. «Stiamo aspettando una risposta a giorni, che comunque speriamo di avere prima dell'assemblea di fine mese, in mondo da poter avere le idee più chiare», sentenzia Marangon.

Il primo cittadino di Camisano prende invece le distanze dal sondaggio. «Sul volantino sono state riportare cose non vere, come ad esempio che nell´area riacquistata si doveva costruire il nuovo municipio, ma non è così perché quella era già nostra. Si tratta di un´iniziativa fatta male e difficile anche da vagliare: se in 101 mi dicono che vogliono il parco e in 100 optano per una piazza, a chi deve dare ragione? Nell'assemblea di fine mese affronteremo la questione e ribadiremo che il contributo regionale è stato confermato. Io comunque, per chi vuole, sono disponibile a parlare tutti i giorni dell'argomento».

 

Maurizio Facco (capogruppo di minoranza): «Nel sondaggio tutti chiedono di bonificare l'area»

A Camisano tutti “in campo” per l'area dell'ex Con (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)A muoversi in prima linea sono i consiglieri della lista civica di opposizione “Lega Nord Liga Veneta - Camisano da Vivere", autori del sondaggio che ha infiammato la discussione politica: «Non è vero come dice qualcuno (il sindaco, ndr.) che il sondaggio è anonimo, sono riportati i nostri nomi e anche i cellulari. Il nostro scopo è di interessare le persone, più precisamente di informare la popolazione, su una vicenda che da sempre ha creato un sacco di problemi. Tuttavia non ci siamo solo limitati a distribuire circa 3.500 volantini a tutte le famiglie di Camisano, ma abbiamo allestito anche un banchetto nella piazza del paese in occasione del tradizionale mercato della domenica: dopo l'8 e il 15 gennaio l'iniziativa verrà riproposta, per la terza e ultima volta, domenica prossima 22 gennaio. In questo modo abbiamo raccolto, e trascritto su richiesta, anche il parere di chi non vuole o non è abituato a scrivere. La nostra presenza in piazza serve anche a dare spiegazioni a chi non conosce molto la vicenda, ad esempio coloro venuti ad abitare a Camisano da pochi anni. Per noi sarebbe importante ricevere 200-250 risposte, anche se ci auguriamo possano essere di più».

Le risposte dei cittadini verranno riassunte per capire quali siano le indicazioni degli abitanti. Proprio Facco ci concede qualche anticipazione: «Stanno arrivano le proposte più svariate, anche se tutti consigliano di migliorare e bonificare la zona, che non può rimanere così abbandonata. Tutti sono d'accordo che un’area simile, così vicina al cuore del paese, non possa essere venduta a privati. Tra le proposte c'è la costruzione di un parco, ma molti ritengono indispensabile la realizzazione di una struttura coperta in grado di ospitare manifestazioni pubbliche».

Difficilmente la raccolta di tutte le schede avverrà prima di fine mese. «In ogni caso all'assemblea pubblica non ci avrebbero consentito di esprimere il nostro parere: magari fossimo stati invitati sul palco per discutere insieme. I dati li renderemo noti in un incontro successivo, dove formuleremo anche le nostre proposte», conclude il capogruppo di minoranza.

A Camisano tutti “in campo” per l'area dell'ex Con (Art. corrente, Pag. 2, Foto generica)

continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar