NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Valle dell'Agno, il rilancio parte dalla viabilità

Presentati i nuovi collegamenti tra la Pedemontana e l'area che comprende i comuni di Brogliano, Castelgomberto e Cornedo. La soddisfazione di sindaci e commercianti

facebookStampa la pagina invia la pagina

Valle dell'Agno, il rilancio parte dalla viabilità

(C.R.) Dopo quasi un ventennio di attesa è arrivata la soluzione per eliminare il collo di bottiglia nella viabilità di accesso all’Alta Valle dell’Agno. Uno specifico accordo, che individua la soluzione tecnico–progettuale del collegamento tra la costruenda superstrada a pedaggio Pedemontana Veneta e la vallata, nei comuni vicentini di Brogliano, Castelgomberto e Cornedo Vicentino, è stata sottoscritta lunedì 20 febbraio nel municipio di quest’ultimo Comune tra Regione, Provincia, Veneto Strade e tutte le amministrazioni locali della Valle. L’insieme degli interventi previsti dà una risposta viabilistica nei Comuni di Cornedo e Brogliano, ma più in generale “stappa” l’alta vallata rispetto al traffico tradizionale e a quello da e per la Pedemontana, mettendo anche in sicurezza situazioni attualmente critiche. Il suo costo è di una dozzina di milioni di euro, a fronte di un ribasso d’asta della Pedemontana di 75 milioni di euro.

 

Renato Chisso, assessore regionale alla mobilità:

«Entro due mesi il progetto definitivo»

Valle dell'Agno, il rilancio parte dalla viabilità (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)«Confidiamo di avere nell’arco di due mesi il progetto definitivo, per poi procedere con i passi successivi fino alla realizzazione». È questa la promessa che arriva da Renato Chisso, assessore regionale alla mobilità, presente al momento della firma dell'accordo. «In occasione del progetto esecutivo della Pedemontana - ha aggiunto Chisso - si concretizza anche questa iniziativa per la quale da una decina d’anni i sindaci hanno incrociato le armi. Dobbiamo guardare all’interesse generale di una valle che cerca risposte dal punto di vista viabilistico, e per la quale il progetto di oggi rappresenta un’occasione di sviluppo economico, compreso quello turistico».

Ben definiti i ruoli del progetto riguardanti la viabilità "minore". «I firmatari concordano sulla opportunità di procedere nella progettazione della bretella, che sarà a cura del Commissario Delegato e della Regione del Veneto nell’ambito delle attività progettuali relative alle opere complementari alla Superstrada a pedaggio Pedemontana Veneta», precisa l'assessore Chisso.

Anche in occasione della firma di lunedì a Cornedo era presente uno sparuto gruppetto di manifestanti che hanno espresso manifestavano all’esterno del Municipio la loro contrarietà alla costruzione della Pedemontana Veneta. «In ogni grande opera - ha detto l'assessore Chisso - c’è il buono e qualche protesta, ma c’è anche una ricaduta sul territorio, per la quale il vero problema è trovare assieme la migliore soluzione. In questo contesto è prevista la realizzazione di assi viari, rotatorie, svincoli, ponti e percorsi ciclopedonali. I vantaggi per i residenti sono davanti agli occhi di tutti».

Valle dell'Agno, il rilancio parte dalla viabilità (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)

continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar