NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

I vicentini si scoprono un esercito di "cecchini"

Nostro viaggio nei principali impianti di tiro (a segno e a volo) della provincia. Presenze in crescita negli ultimi tempi e non solo per merito delle medaglie di Londra 2012, ma scarseggiano i giovani

facebookStampa la pagina invia la pagina

I vicentini si scoprono un esercito di "cecchini"

(C.R.) Una (piacevole) eredità lasciata dai Giochi di Londra 2012, dove le specialità del tiro a segno e del tiro a volo hanno contribuito a rendere più ricco il medagliere azzurro, anche con la conquista di medaglie d'oro. A un mese dalla conclusione della rassegna a cinque cerchi www.ladomenicadivicenza.it ha svolto un viaggio nei principali impianti di tiro a segno e di tiro a volo della provincia. E ha scoperto che i vicentini sono un esercito di "cecchini". Ma anche che queste specialità sono più praticate dagli uomini maturi che non dai giovani.

 

Al Tiro a segno Vicenza aspettano i giovani a braccia aperte

Fiore all'occhiello il team sportivo: in 9 ai campionati italiani

02VICENZA (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Chi attende i giovani a braccia aperte è la sezione di Vicenza del Tiro a segno nazionale, che ha sede in Strada del Poligono 83, nel quartiere di Laghetto. Si tratta di una delle società sportive più storiche e importanti non solo della città, ma dell'intera provincia berica, che può vantare 1.300 iscritti, di cui 500 guardie civili, ranger e vigili urbani delle varie polizie municipali. Tutti coloro che svolgono la "professione" sono di casa nell'impianto visto che ogni anno, per continuare a svolgere il proprio lavoro, rinnovano il porto d'armi, sottoponendosi ai test di rito.

«L'effetto post-Olimpiadi - spiega Efren Dalla Santa, da molti anni storico presidente del Tiro a Segno Vicenza - non si è ancora fatto sentire anche perché l'attività, dopo la pausa estiva, è ripresa il 24 agosto. Non c'è dubbio che per la nostra disciplina lo vetrina delle Olimpiadi è importante in quanto è l'unica che consente di “arrivare” allo spettatore medio. Ricordo ad esempio che dopo la vittoria di Di Donna (atleta veneto, precisamente di Verona, ndr.) nel 1996 ad Atlanta si registrò un incremento di presenze. Noi ci auguriamo che questo avvenga nelle prossime settimane, perché non c'è dubbio che le vittorie azzurre ad Londra 2012 hanno rappresentato uno spot straordinario per la nostra disciplina».

«Indubbiamente il tiro a segno è uno sport un po' particolare - aggiunge Dalla Santa, dall'alto della sua esperienza - e per questo i giovani non sono molti. Spesso arriva un gruppetto di 3-4 elementi, pieno di entusiasmo e voglia di divertirsi: ma qui la prima cosa che viene insegnata sono l'ordine, il silenzio e la concentrazione. A guardare bene questo non è uno sport di squadra, ma uno sport singolo dove il confronto è tra la persona e il piattello da centrare. Spesso capita di rivedere, magari a distanza di 10-15 anni, una persona matura che da giovane aveva frequentato il centro».

Il fiore all'occhiello della sezione di Vicenza dell'Unione Italiana Tiro a Segno è rappresenta dal team sportivo che da anni raccoglie grandi soddisfazioni: ai campionati italiani assoluti, delle varie categorie di pistole e carabina, in programma dal 20 al 23 settembre a Milano, sono infatti nove gli atleti qualificati: la presenza più importante è quella di Gianfranco Gramola che nella carabina a terra tre posizioni gareggerà fianco a fianco con il neo-campione olimpico Nicolò Campriani. La famiglia Dalla Santa avrà tre rappresentanti: la pluricampionessa italiana, Zarina, nella pistola 10 metri femminile, stessa categoria per il fratello Jury a livello maschile, mentre il papà dei due ragazzi, proprio il presidente Efren, gareggerà tra i master nei 10 metri e nella pistola libera. Gli altri sono Claudio Bassani e Massimo Grotto (carabina libera a terra), Barbara Frigo e Nereo Zanon nella pistola 10 metri ed Eddy Rocchetto nella pistola libera 50 metri. «Ci faremo valere come abbiamo sempre fatto negli ultimi anni», promette il presidente Dalla Santa.

01VICENZA (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)

continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar