NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

A spasso con le bacchette magiche

Il Nordic Walking parte dalla Finlandia e invade l'Europa: da disciplina preparatoria per lo sci di fondo si è trasformato in una frequentazione dai numeri impressionanti (seimila praticanti soltanto in provincia di Vicenza) e dall'intensità crescente con società, manifestazioni e anche qualche puntata agonistica – Sostanzialmente però è soprattutto un modo facile per avvicinarsi alla natura con altri occhi

facebookStampa la pagina invia la pagina

A spasso con le bacchette magiche

(g. ar.)- Assomigliano a quelle dello sci di fondo ma sono altra faccenda: sono le bacchette magiche di quelli che se ne vanno a spasso un po' dappertutto, pianura o montagna, per una bella passeggiata. Ora però passeggiare così si chiama Nordic Walking ed è una attività apparentemente semplicissima che però dopo l'invenzione dei bastoncini da parte di due studenti finlandesi ha preso a poco a poco la strada di una vera e propria disciplina con le sue regole specie in riferimento all'impostazione dei movimenti.

A spasso con le bacchette magiche (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)L'ultimo approdo del Nord Walking è quello sportivo agonistico, e questo lo sostengono gli stessi istruttori è abbastanza marginale, anche se poi se andate a verificare nei programmi di allenamento dei fondisti dello sci c'è anche un capitolo a parte proprio dedicato a questa attività che funziona da propedeutico per arrivare poi al top dell'allenamento da gara quando ad esempio non è subito disponibile la materia prima, cioè la neve.

Lo sfondo di tutto questo è comunque da considerare un'attività essenzialmente ricreativo-naturalistica così ben gradita dagli amanti delle passeggiata da aver raccolto numeri di praticanti da capogiro. Solo in provincia di Vicenza sono qualcosa come seimila persone limitandosi a quella che hanno una identità visibile, da cartellino, ufficiale, mentre molti di più risultano essere quelli che non partecipano a corsi o manifestazioni e se ne vanno in giro con scelta autonoma, senza far parte di alcun gruppo.

Il messaggio iniziale è arrivato dal Nord, con alcuni studenti finlandesi che hanno indicato la strada, dopo di che la diffusione delle bacchette magiche ha tolto gli ormeggi dalla Finlandia per scendere prima verso tutto il centro Europa e poi ancora più giù fino ad oltrepassare le Alpi. Il bello è che non ci sono limiti né di età né di preparazione atletica anche minima.

La novità vera pare essere quella di un potente richiamo a muoversi in libertà e rigorosamente a piedi in quella natura che il nostro tempo sembra voler sfruttare molto più che valorizzare o rispettare. Viaggiare in questo modo, molto più speditamente per sentieri di campagma, collina e montagna, restituisce in qualche modo un contatto che si rischia di perdere ormai da molto tempo. Il vizietto dell'auto è così forte e così diffuso che qualsiasi segnale alternativo ha evidentemente un potere persuasivo anche imprevedibilmente potente.

L'afflusso incessante di nuovi adepti ha fatto nascere ovviamente l'organizzazione delle attività legate al Nordic Walking. Nascono e si moltiplicano gruppi ed associazioni che aiutano ad orientarsi in questo nuovo mondo provvedendo anche ad indirizzare verso una pratica tecnicamente corretta. Non è solo camminare il problema infatti;k la verità è che chi non è abituato alla fatica fisica ha sicuramente bisogno di una qualche infarinatura di partenza per quanto riguarda i movimenti, la postura del corpo, la tecnica corretta dell'uso dei bastoncini, tutto ciò che insomma mette nella condizione di percorrere una certa distanza nel modo più agevole possibile, con la gradualità che è necessario rispettare, senza per questo sentirsi alla fine eccessivamente stanchi, vale a dire senza correre pericolo di sovraesposizione del fisico ad una attività muscolare magari abbandonata da tempo e con la voglia invece di tornare quanto prima ad andarsene in giro con le bacchette magiche. C'è anche una parte para agonistica di questa attività, ma è più legata al concetto della gara di regolarità che a quella della prestazione esasperata. Anche questo è un pregio non indifferente.

Di Nordic Walking parliamo a In piazza con master e istruttori come Mario Campoli, Camilla Maggioni (specialista anche in alimentazione e salute) e Remo Longin, con una giovanissima praticante, Lucia Zocche, e con un fisioterapista, Piergiorgio Zorzo.

continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar