NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Cuochi e barman, boom anche nei centri professionali

Seconda puntata del nostro viaggio nelle scuole ad indirizzo turistico-alberghiero. Le belle realtà del San Gaetano a Vicenza, di Tonezza e Lonigo, ma grande successo anche per l'Università del Gusto e i corsi della Confcommercio

facebookStampa la pagina invia la pagina

Cuochi e barman, boom anche nei centri professiona

(C.R.) Dopo la carrellata sui tre istituti di Asiago, Recoaro e Vicenza (gestiti dalla Provincia), prosegue il nostro viaggio nelle scuole ad indirizzo turistico-alberghiero, precisamente negli istituti professionali (corsi triennali) del San Gaetano di Vicenza, Tonezza e Lonigo. La Confcommercio provinciale in prima linea con l'Università del Gusto e numerosi corsi dedicati alla cucina. Ecco quanto è emerso

 

All'Istituto San Gaetano quella del cuoco la professione più ambita

«Mercato del lavoro saturo, noi consigliamo anche altri indirizzi»

Cuochi e barman, boom anche nei centri professiona (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Dove non esistono flessioni delle classi per diventare cuoco e barman è all'istituto professionale San Gaetano di Vicenza dove l'indirizzo turistico-alberghiero vanta quasi il 40% degli iscritti totali, che sono complessivamente 700. Un trend in continua crescita che prosegue dalla stagione 2006-2007 quando il corso triennale è stato lanciato per la prima volta e in pochi anni è diventato il più numeroso in assoluto.

«I primi nostri studenti – spiega il direttore Paolo Faccin – sono usciti tre anni fa e molti di loro sono apprezzati chef, una cosa che ci inorgoglisce molto. Da noi, sempre nell'ambito del turistico-alberghiero, si frequenta un biennio comune, ma a metà del secondo anno viene scelto il corso da frequentare nel terzo anno, che può essere quello di cuoco o di cameriere-barista. Nella nostra scuola siamo dotati di quattro cucine, due laboratori di pasticceria e due sale bar: si tratta di strutture all'avanguardia e più che sufficienti visto all'istituto "Da Schio" viene affittata una delle cucine in certi giorni e orari della settimana».

Molto interessanti, anche perché collegate alle nuove richieste al mondo del lavoro, gli altri cinque indirizzi dell'Istituto San Gaetano: elettricista impiantista civile e industriale; operatore macchine utensili (programmatore macchine a controllo numerico per asportazione truciolo); saldo-carpentiere (saldatore e programmatore di macchine a controllo numerico per la lavorazione e deformazione lamiera); automeccanico ed elettronico per auto; settore grafico (prestampatore e stampatore).

«Da parte nostra rispettiamo le scelte e le preferenze dei ragazzi – aggiunge il direttore Faccin – ma ci rendiamo conto che la massiccia presenza nel Vicentino di scuole alberghiere, in tre o cinque anni di studio, è troppo elevata e non garantirà a tutti un posto di lavoro. Il paradosso che è nell'ultimo decennio gli iscritti sono in continuo crescendo e nonostante la nascita di nuove realtà, nessun istituto registra un calo. È anche il caso nostro visto che a luglio usciranno i ragazzi delle due classi terze dell'alberghiero, mentre siamo già sicuri di allestire tre classi prime, che saranno di 30 alunni, il massimo consentito dalla Regione. Dal 2013-2014 saremo dunque in una situazione di "full", con tre classi per ogni anno. Noi ci poniamo come obiettivo quello di accogliere tutti, anche quegli studenti che dopo un anno preferiscono passare ad una scuola come la nostra, ma temiamo che per l'alberghiero bisognerà mettere un tetto. Anche nel prossimo anno prevediamo una stima complessiva di 230 nuovi iscritti».

Il direttore del "San Gaetano" fa notare che il mercato del lavoro, in primis quello vicentino, richiede maggiormente altre figure professionali. «Non possiamo pensare – conclude Paolo Faccin – che fra pochi anni, soprattutto in un periodo di crisi come quello attuale, possano raddoppiare ristoranti, pizzerie, bar, tavole calde e quant'altro. Questa scelta massiccia va a discapito dei corsi di meccanica, in particolare quello di programmatore a controllo numerico, un comparto che da solo sta tendendo in piedi il tessuto economico berico. Lo stesso discorso vale anche per altri corsi, ad esempio nel settore delle materie plastiche queste figure professionali sono molto richieste dalle aziende vicentine. Noi ai genitori cerchiamo di far capire che l'alberghiero del San Gaetano è ambitissimo ma nonostante il boom di trasmissioni televisive di cucina, la realtà del mondo del lavoro è un'altra. E altri titoli di studio attualmente sono spendibilissimi».

 

A Tonezza del Cimone la scuola alberghiera è una tradizione decennale

«Da noi un convitto con 230 studenti provenienti anche da fuori regione»

Cuochi e barman, boom anche nei centri professiona (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Quando si parla di scuole alberghiere nel Vicentino un posto di rigore (anche per la sua storia) è quello del centro di formazione professionale "E. Reffo" di Tonezza del Cimone che dal 2003, quando è iniziato la riforma scolastica, è gestito da Engim Veneto. Si tratta di un istituto storico anche perché dotato di convitto che ospita la quasi totalità degli studenti. Previsti corsi triennali, ma è allo studio anche un quarto anno di specializzazione.

Cuochi e barman, boom anche nei centri professiona (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)«Attualmente i nostri studenti sono 240 – spiega la preside Silvia Cortiana – equamente distribuiti tra prime, seconde e terze classi, dotati ognuna di 4 corsi per un totale di circa 80 ragazzi per ogni anno. Il nostro è di fatto un numero chiuso visto che ospitandoli nel convitto, tutti gli iscritti ad eccezione di una decina di ragazzi che risiedono proprio a Tonezza e che quindi tornano a casa a dormire, abbiamo problemi di posti letto, non tanto di aule. Peraltro proprio in questi mesi stiamo costruendo una nuova ala della scuola, dove troveranno posto quei ragazzi che dormono all'Albergo Bucaneve con il quale vantiamo una convenzione. Una volta terminate le opere avremo 63 posti in più in convitto, ma nel contempo stiamo pensando ad una nuova cucina didattica in grado di allargare la nostra offerta. La nostra è una grande famiglia visto che lo staff scolastico comprende anche tre animatori che lavorano dal lunedì al giovedì dalle 19 alle 22, fascia oraria in cui propongono giochi di animazione, escursioni e camminate. Uno delle nostre storiche prerogative è che quella di aver investito sui docenti, tutti selezionati, e in grado di seguire bene i ragazzi».

Le ottime credenziali della scuola di Tonezza sono tali che ci sono studenti provenienti da altre province del Veneto e dal Trentino. «La gastronomia e l’ospitalità – spiega la dottoressa Cortiana – sono da sempre uno dei fiori all’occhiello dell’Italia e uno degli assi portanti del turismo nel nostro Paese, ma anche in questo ambito il mercato chiede professionisti qualificati capaci di affinare le proprie competenze con specifici percorsi di studio e specializzazione. Da noi si può ottenere il conseguimento delle qualifiche di commis di cucina, commis di sala e bar, addetto alla pasticceria e gelateria, addetto alla panificazione e pizzeria: gli ultimi due diplomi in particolare sono un’esclusiva del nostro istituto a livello regionale e per questo attirano ogni anno studenti da fuori. I risultati sono davanti agli occhi di tutti, visto che l'anno scorso abbiamo vinto il primo premio a Rimini nel settore pasticceria e questo rappresenta un fiore all'occhiello».

Buone notizie anche dalle iscrizioni in vista del 2013-2014, scadute il 28 febbraio. «Siamo soddisfatti - conclude la preside dell'alberghiero di Tonezza - perché quando non si erano ancora chiuse avevamo raggiunto quota 70, il che ci spinge a pensare che anche il prossimo anno riusciremo ad allestire quattro classi prime, in grado di garantire l'equilibrio visto che altrettante ne usciranno a giugno». Qualora le richieste di iscrizione fossero in eccedenza rispetto ai posti disponibili sarà stilata una graduatoria in base all'età (precedenza agli allievi in obbligo scolastico), all'attitudine e alla motivazione (entrambe rilevate attraverso test di comprensione, prove attitudinali e colloquio motivazionale).

continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar