NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Il Parco del Sojo, fatto dalla natura

In località Covolo di Lusiana c’è un’area attrezzata che permette di scoprire originalità e segreti di sentieri, parti e boschi e di incontrare a scultura ispirate dalle bellezze del posto

di Alessandro Scandale
a.scandale@gmail.com

facebookStampa la pagina invia la pagina

Parco del Sojo

Parco del Sojo (Art. corrente, Pag. 2, Foto generica)Un gioiello della natura a due passi da casa. È il bel Parco del Sojo in località Covolo a Lusiana, dove natura e arte si uniscono a storia e tradizione. Uno dei luoghi più affascinanti dell'alto vicentino, un parco di sculture contemporanee disposte lungo una serie di sentieri, dove ogni estate si organizzano una serie di eventi che valorizzano la struttura e la rendono meta di passeggiate ed escursioni. E proprio venerdì 18 maggio partirà la nuova stagione 2013, con una visita guidata al chiaro di luna inserita nel programma della Notte dei Musei. Il Parco del Sojo infatti è inserito nel circuito del Museo diffuso del Comune di Lusiana, che comprende la Valle dei Mulini, il Villaggio Preistorico, il Giardino Alpino, il Bosco del Labiolo e il Museo Palazzon. Di notevole interesse anche la palestra di roccia del Sojo delle Streghe, di rilevanza europea, che sorge proprio vicino al Parco. Nato nello scorso decennio da un'idea dell'architetto Diego Morlin, il Parco permette di scoprire la bellezza di sentieri, boschi e prati in un modo del tutto nuovo, esaltando la natura grazie a sculture che traggono ispirazione dal luogo e, talvolta, sono state create proprio sul posto. Al centro del parco sorge il "Punto Giallo", luogo di partenza dei sentieri e dov'è possibile avere informazioni, mappe e richiedere visite guidate. Vicino al Punto giallo si trova anche un piccolo teatrino dove è possibile assistere alla presentazione delle nuove opere e ad altri eventi.

Così come avviene nel magnifico scenario trentino di Arte Sella, anche qui le sculture e le opere d'arte di numerosi artisti di fama internazionale esaltano la bellezza della montagna, raccontando leggende locali come quelle delle misteriose Anguane, o reinterpretando fenomeni naturali come la Cascata Silente, o ancora dando forma all'immaginazione come per il popolo delle rocce. La visita al parco richiede almeno mezza giornata, ma è possibile trascorrere l'intera giornata spezzandola con un pic-nic nel bosco e percorrendo la cengia sul paretone del Sojo, un luogo frequentato fin dalla preistoria. Il percorso è lungo circa tre chilometri, lungo i quali si può ammirare un insieme di natura incontaminata, di storia, di cultura e tradizioni delle genti di montagna. A tutti questi ingredienti è stato aggiunto quello dell’arte contemporanea, una settantina di opere realizzate da artisti italiani e stranieri, molte delle quali direttamente sul posto con materiali reperiti in loco che aggiungono un tocco di fascino all'ambiente. Le opere a volte risultano celate agli occhi dei visitatori, mimetizzate nel bosco o tra le rocce e nelle radure: bisogna andarle a scovare, come una continua caccia al tesoro. L’idea di realizzare un parco, in un’area che per decenni era stata lasciata in stato di abbandono, è nata dall’architetto Diego Morlin nel 2000. Sono serviti anni di meticoloso lavoro di pulizia dell’area, ripristino di sentieri e interventi conservativi e di restauro su fabbricati esistenti. Nel 2005 il Parco ha visto la luce, ma non è il solo progetto: infatti fra quelli futuri c'è anche quello di realizzare un Museo d’Arte Contemporanea, all’interno del quale allestire mostre ed esporre, a rotazione, opere di artisti famosi. Un connubio tra natura ed arte con grande valore didattico, vista la presenza continua di molte scolaresche che infondono nuovo interesse per un territorio rimasto per anni ai margini dei grandi flussi turistici.

Abbiamo incontrato Diego Morlin, artefice del Parco del Sojo.

Parco del Sojo (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)



continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar