NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

L'estate in montagna "allontana" la crisi

Gli operatori turistici delle località vicentine credono nel rilancio: nell'estate 2013 grande musica ad Asiago, Tonezza si conferma capitale dello sport mentre a Recoaro si studia la riorganizzazione delle Terme

facebookStampa la pagina invia la pagina

L'estate in montagna "allontana" la crisi

(C.R.) La crisi economica non risparmia neanche la montagna vicentina, ma amministratori e operatori turistici guardano con moderato ottimismo alla stagione estiva che sta per entrare nel vivo. In tutte le principali località vicentine è stato allestito un calendario ricco di appuntamenti, con novità ma anche con la conferma di eventi che da anni registrano grande interesse. Ecco quanto è emerso da un nostro "viaggio" effettuato sull'Altopiano di Asiago, a Tonezza del Cimone e a Recoaro Terme.  

 

Roberto Rigoni, vicesindaco e assessore al turismo di Asiago: «Un'estate sotto il segno dei giovani e della musica, anche il 50° dei Nomadi»

Roberto_Rigon (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Ad Asiago la stagione turistica è già iniziata, visto che il periodo di caldo intenso tra il 15 e il 20 giugno, aveva convinto molto villeggianti ad utilizzare la casa in montagna. Il clou è atteso da metà luglio e fine agosto con un calendario come al solito molto ricco e in grado di accontentare tutti. "Sarà un'estate soprattutto sotto il segno dei giovani, delle famiglie e della grande musica", il biglietto da visita presentato da Roberto Rigoni, vicesindaco e assessore al turismo, che dà una prima anticipazione del calendario 2013 che sarà presentato, come già succede da qualche anno, nella sede della Provincia di Vicenza. «Se mi è consentita una battuta - esordisce Rigoni - non vogliamo che Asiago diventi una località turistica "bacchettona", riservata solo agli intellettuali, che peraltro anche quest'anno potranno godere di una serie di incontri culturali con personaggi di spicco. Per quest'estate lo sforzo maggiore riguarda una serie di eventi di intrattenimento, incentrati soprattutto sulla musica. L'appuntamento clou riguarderà un concerto "live" dei Nomadi che proprio nella nostra città festeggeranno il loro 50° anniversario: nel 1963 registrarono infatti, davanti alla fontana di piazza Carli, il famoso brano "Per fare un uomo" con Augusto Daolio. Ad inizio agosto è invece in programma un concerto di Malika Ayane con una serie di manifestazioni di contorno riservate proprio ai giovani».

L'estate di Asiago proporrà appuntamenti consolidati e molto affollati come la Notte Bianca, la Festa del Prunno del 16 agosto con i fuochi artificiali ("E con la presenza degli Amici di X Factor», tiene a precisare Rigoni) e la Notte Nera "che sarà incentrata sulla valorizzazione del telescopio di Copernico che rappresenta uno dei fiori all'occhiello sull'osservatorio astronomico». «Al Museo Le Carceri - aggiunge - la grande rassegna estiva sarà dedicata all'arte di Andy Warhol, in quella che rappresenta una grande e inedita mostra sulla pop-art con le opere originali, serata a tema, laboratori e un circuito culturale aperto alle fasce giovani».

«Ad Asiago sarà un'estate di richiamo - assicura Roberto Rigoni - anche se una delle nostre mission è quella di allargare la stagione con una serie di grandi eventi che contribuiscano a coinvolgere turisti e appassionati tutti i mesi dell'anno».

 

Enzo Benetti, direttore Associazione Commercianti Altopiano 7 Comuni: «Prenotazioni a rilento, ma qui c'è ancora voglia di investire sul turismo»

benetti_enzo (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Un osservatorio privilegiato in vista della stagione estiva ormai alle porte è sicuramente quello dell'Associazione commercianti del mandamento di Asiago 7 Comuni. «Le prenotazioni vanno a rilento - ammette il direttore mandamentale Enzo Benetti - ma ormai questa è una consuetudine per ogni tipo di vacanza. Il mondo di internet e la possibilità di usufruire di offerte "last minute" in tutte le località turistica ha ormai convinto le gente ad aspettare l'ultimo momento, soprattutto quando, come nel caso nostro, non c'è la necessità di prenotare voli aerei o trasferimenti in nave o treno. Sicuramente per un hotel come è quello dell'Altopiano non è sicuramente in vantaggio in quanto non c'è la possibilità di programmare buona parte della stagione turistica, come si faceva un tempo».

«Detto ciò - aggiunge Benetti - la stagione estiva in Altopiano è sempre condizionata dalle condizioni meteorologiche e avverrà anche quest'anno. Sono infatti bastati pochi giorni di grande caldo in pianura per portare in montagna molte persone, al punto che l'afflusso sembrava quello di un week-end quasi di piena estate. In compenso negli altri fine settimane non siamo stati fortunati e quindi un primo bilancio, quello del mese di giugno, non è stato complessivamente positivo».

Anche la montagna vicentina soffre la crisi economica, eppure c'è anche chi procede in controtendenza attraverso investimenti. «Proprio ieri sera (lunedì 24 giugno, ndr.) - racconta il direttore dell'Associazione Commercianti Altopiano 7 Comuni - sono intervenuto ad una riunione del Gal Montagna vicentina, alla quale sono pervenute un'ottantina di domande di imprenditori. Ebbene circa l'85% del totale provengono dall'Altopiano e riguardano quasi totalmente attività ricettive turistiche come ristoranti ed hotel. Non c'è dubbio che si tratta di una notizia che ha stupito anche noi addetti ai lavori perchè in molti casi siamo di fronte ad investimenti nell'ordine di 250-300 mila euro per migliorare le strutture. A conferma che con l'edilizia in crisi e con l'agricoltura che a sua volta non garantisce più i margini di guadagni di un tempo, non c'è dubbio che rimane il turismo il grande business del futuro».



continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar