NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Centri estivi, grande successo con le nuove proposte

A Vicenza e Bassano l'edizione 2013 caratterizzata da escursioni in rafting e altre attività sportive. Al patronato San Gaetano di Thiene 300 animatori per 800 ragazzi: ora al via i campeggi in montagna

facebookStampa la pagina invia la pagina

Centri estivi, grande successo con le nuove propos

(C.R.) Il successo dei principali centri estivi dell'estate 2013 nel Vicentino parte da proposte di qualità e nuove idee. In controtendenza rispetto alla crisi economica i cosiddetti "camp", almeno a Vicenza e Bassano del Grappa, ma anche al Patronato San Gaetano di Thiene, hanno trovato il gradimento di ragazzi e famiglie proprio per le nuove offerte, in particolare le gite lontano dalla sede tradizionale e la scoperta di nuove ed emergenti discipline sportive. Ecco quanto è emerso.

 

A Vicenza riuniti 25 gruppi cittadini. L'assessore Umberto Nicolai: «Alla fine coinvolgeremo 10 mila ragazzi»

UMBERTO_NICOLAI (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)È una vera e propria "trait d'union" quella voluta quest'anno dal comune di Vicenza per i centri estivi, dopo le due esperienze degli ultimi due anni con gli Educamp in collaborazione con il Coni. «L'obiettivo raggiunto – spiega Umberto Nicolai, assessore allo sport e alla pubblica istruzione di Vicenza – è stato quello di coinvolgere tutte le associazioni, enti e società sportive e private che organizzano dei corsi estivi: ebbene ne sono emersi ben 25, dal Coni alle società di nuoto, dall'Aics alle parrocchie, dal Centro Sport Palladio a una società locale che si è offerta di lanciare un'iniziativa innovativa denominata "Aim Energy Camp". Fermo restando che i singoli gruppi hanno organizzato i centri estivi in proprio».

«In questo nuovo corso – ha voluto precisare l'assessore Nicolai – il comune di Vicenza non ha in mano l'organizzazione diretta, pur avendola studiata e pubblicizzata. È anche vero che il Comune ha messo a disposizione gratuitamente per tutta l'estate, con una spesa indicativa attorno ai 50 mila euro, quattro importanti strutture cittadine, ossia lo stadio Menti, il Parco Querini e le palestre di contra’ Burci e della Maffei. A queste si aggiungono i campi da tennis alle Barche e altre strutture cittadine dove si svolgono varie attività sportive e ludiche». Un'attenzione particolare dell'amministrazione berica ha riguardato il contenimento dei costi per non gravare sulle famiglie. «Vista la situazione economica – prosegue l'assessore Nicolai – è una stata una nostra priorità. Alla fine i costi sono limitati, forse tra i più bassi in assoluti per centro estivo organizzato in un capoluogo di provincia: ad esempio l'"Aim Energy Camp" prevede costi di 50 euro alla settimana per chi svolge l'attività solo al mattino e 80 euro per tutto il giorno, che quindi comprende anche i pranzi. Detto questo il comune, anzi il sindaco Variati in primis, ha voluto fare un ulteriore sforzo per aiutare le famiglie più disagiate con lo scopo che alla fine nessun ragazzo, desideroso di partecipare, potesse rimane escluso: è stato così messo a disposizione un pacchetto di 25 mila euro, ottenuto grazie ad un finanziamento straordinario della Cariverona, distribuiti in tutti i centri estivi del comune, che sono complessivamente quasi una trentina: nelle situazioni più difficile metà cifra viene pagata dalla famiglia, l'altra dal Comune».

«Mi piacerebbe - la speranza finale dell'assessore Nicolai - che quello dell'Aim Energy Camp possa diventare un progetto pilota, magari copiato a livello nazionale e in grado di essere sostenuto da enti locali e regionali, proprio perchè ha come scopo principale l'aiuto alle famiglie».

 

La novità dell'estate 2013 sono gli "Aim Energy Camp" con gite settimanali anche fuori provincia e visite al Museo

Sandro_Sinigaglia (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Come si diceva in precedenza la novità dei centri estivi dell'estate 2013 a Vicenza è rappresentata dall'iniziativa denominata "Aim Energy Camp" proprio per il fatto che è stata garantita una collaborazione importante, sotto forma di sponsorizzazione, che ha consentito di contribuire alle spese di trasporto per la trasferta, una alla settimana, in Valbrenta o in provincia di Verona. «Le novità rispetto al centro estivo tradizionale sono tante – spiega Sandro Sinigaglia, uno dei due responsabili del camp assieme a Katia Marini – ma in primis ci piace sottolineare come iniziativa questa sia ambientata nel centro storico della città, nonostante tra i partecipanti ci siano ragazzi anche provenienti da vari centri della provincia. La gita si tiene di giovedì, ma in base alla previsioni meteorologiche può essere anticipata o posticipata di un giorno: in alternanza viene effettuata al Park acquatico a Caldiero, nelle cosiddette terme di Giunone, vicino a San Bonifacio, dove si possono svolgere varie attività natatorie e giochi d'acqua e a Valstagna, sul fiume Brenta, a praticare il rafting, una disciplina molto spettacolare, che quasi nessuno dei ragazzi aveva provato prima. Non c'è dubbio che queste due proposte stanno trovando un alto gradimento, proprio per la bellezza delle due sedi».

«Con una media di 60 tra ragazzi e ragazze alle settimana, di età compresa tra i 6 e 14 anni, suddivisi in base all'età - prosegue Sinigaglia - la scelta è quella di ruotare tutte le discipline: oltre a nuoto e rafting, proponiamo infatti basket, volley, calcio, rugby, tennis e atletica leggera nelle varie specialità, ma anche scherma, pallamano, ginnastica artistica, mentre il Parco Querini è la location ideale per praticare l'orienteering. In genere i gruppi sono tre e ognuno può contare su due insegnanti, più l'istruttore del singolo sport».

Un'offerta di alta qualità anche per quanto riguarda il pranzo («È stata fatta una convenzione con il ristorante del Centro Tennis Palladio») per un camp che non propone, ed è questa un'altra grande novità, solo sport e all'attività all'aperto. «Un ulteriore accordo è stato stipulato - conclude Sandro Sinigaglia - con la Banca Intesa che ha messo a disposizione Palazzo Leoni Montanari che una volta alla settimana, per un paio d'ore, attraverso le loro guide, presenta le bellezze storiche e artistiche, oltre ai miti dello sport dell'antichità. Anche in questo caso i ragazzi hanno dimostrato di gradire questa parentesi culturale».



continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar