NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

L'intelligenza del denaro

Intervista con l’economista Alberto Mingardi, recentemente ospite di Confartigianato Vicenza, per il quale il “mercato” è uno straordinario strumento di intelligenza collettiva e soprattutto, come recita il sottotitolo, ha ragione anche quando ha torto

di Alessandro Scandale
a.scandale@gmail.com

facebookStampa la pagina invia la pagina

L'intelligenza del denaro

L'intelligenza del denaro (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Economista, saggista e giornalista, Alberto Mingardi ha poco più di trent’anni ma è già una firma apprezzata in Europa. E nei giorni scorsi è stato ospite di Confartigianato Vicenza per presentare il suo recente libro L’intelligenza del denaro - Perché il mercato ha ragione anche quando ha torto (Marsilio). Dialogando con Mario Amendola, responsabile della Scuola di Politica ed Economia di Confartigianato, l'autore ha parlato della sua indagine sul liberalismo economico osservando che "il mercato ha ragione anche quando ha torto perché non è altro che l’esito, ovviamente sempre imperfetto, della libera interazione di milioni di individui, la sorgente ultima di ogni innovazione, l’unica palestra possibile per la libertà degli esseri umani". Perciò, secondo Mingardi, se si comprende cosa è davvero l’economia di mercato, si capisce che il suo strapotere, paventato da molti, è solo apparente. In realtà, "nelle nostre vite c’è ancora troppo Stato e troppo poca concorrenza" e "la crisi di questi anni testimonia semmai l’inevitabile epilogo di una storia fatta di dirigismo e continui interventi che turbano quell’infinita rete di liberi scambi fra persone che è il mercato". Un libro che smentisce i pregiudizi e rompe gli indugi presentandoci il mercato come non l’abbiamo mai visto: ostacolare o limitare la libertà del mercato significa togliere alle persone la possibilità di manifestare la loro libertà di farsi scegliere e ha un costo implicito: sono i prodotti e i servizi che non potremo sperimentare, che a nostra volta non ci sarà dato di poter scegliere. Lasciare spazio all’imprevisto, invece, rende.

L'intelligenza del denaro (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Curioso e spiazzante l'inizio del primo capitolo con l'immagine di due telefoni cellulari. Il Motorola Dyna TAC 8000x è il primo telefonino (si fa per dire, pesava quasi otto etti!) a essere commercializzato nel 1983. Costava 3995 dollari, pari grosso modo a 8700 dollari attuali. La batteria si ricaricava in dieci ore: tanto serviva per garantirsi otto ore di funzionamento in stand by o parlare per mezz’ora filata. Michael Douglas ne utilizzava uno nel film del 1987 Wall Street, nel quale interpretava la parte del cinico finanziere americano Gordon Gekko per la regia di Oliver Stone, parte che gli fruttò un Oscar come miglior attore protagonista. Poter parlare ovunque, anche camminando all’alba su una spiaggia, era allora un sogno accessibile solo a chi stava in cima alla piramide sociale. Nel 2011 nel mondo si contavano 4,6 miliardi di abbonamenti di telefonia mobile. Secondo una ricerca, nel 2010 soltanto in Italia erano attive 155 linee mobili ogni 100 abitanti: gli italiani, insomma, possedevano un cellulare e mezzo ciascuno. Ognuno di questi apparecchi, inclusi quelli più alla moda, costava al consumatore una frazione del cellulare di Gekko, senza contare il peso di circa un etto...

Mingardi tornerà nel Vicentino giovedì 25 luglio alle 19 a Villa Canal di Grumolo delle Abbadesse, ospite della rassegna Libri sotto le Stelle. In occasione della presentazione a Vicenza lo abbiamo incontrato e con lui abbiamo dialogato sui temi del libro.

L'intelligenza del denaro (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)

continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar