NR. 13 anno XXVI DEL 28 MARZO 2021
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

“Quelle case sono un patrimonio”

Guerrino Lovato nel suo volume sull’architettura dei Colli Berici intende, attraverso tavole di grande valore, convincere i contadini che le loro case non vanno modificate

di Alessandro Scandale
a.scandale@gmail.com

facebookStampa la pagina invia la pagina

Lovato – Sulle Case

L’architettura rurale dei Colli Berici è alla base di un prezioso volume realizzato interamente da Guerrino Lovato, poliedrico artista e uomo di cultura originario di Brendola, scultore, pittore e studioso d’arte. Presentato in gennaio alla Biblioteca La Vigna di Vicenza alla presenza dell'autore e del professor Pier Giovanni Zanetti, esperto di architettura rurale veneta, Sulle Case. L'architettura rurale del Cao de Là a Brendola nei Colli Berici, Vicenza è un bel libro illustrato, di grande formato qualità artistica, prodotto con materiali pregiati. Tutte le tavole e le fotografie contenute sono state realizzate nel 1978. Già all'esame di maturità al Liceo artistico di Valdagno nel 1976, con materia centrale Architettura, Lovato aveva disegnato delle tavole d'esame sul tema di un'architettura rurale possibile per il futuro. Negli anni seguenti, frequentando l'Accademia di belle arti di Venezia e lavorando contemporaneamente nei campi e nella stalla di famiglia, Lovato lavorò ad altre illustrazioni sull'architettura rurale.

Lovato – Sulle Case (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Il suo scopo era di realizzare dei disegni che spiegassero ai contadini perchè le loro case erano costruite in quel modo, e li convincessero che sarebbe stato imperdonabile e "sacrilego" distruggerle o modificarle. Voleva che le sue immagini avessero una qualità estetica tale da sorprendere il contadino sulla bellezza della sua vecchia casa, tanto da renderlo orgoglioso quando avesse compreso tutti i perché ai quali Lovato rispondeva con le sue tavole illustrate e con le spiegazioni in dialetto. Il libro contiene 48 tavole a colori di diversi formati, un punto di arrivo, dopo schizzi, pentimenti e prove, qui pubblicati solo in parte nelle pagine di risguardo. Completano il libro circa 150 fotografie in bianco e nero scattate con una fotocamera Leica e che riguardano le case e le contrade illustrate nei disegni.

I Colli Berici conservano un ricco patrimonio di architettura contadina, non sempre recuperata o restaurata in modo coerente, ma ancora diffusamente leggibile. Una ricchezza culturale scritta sul territorio, che dimostra quanto in passato l’uomo abbia gestito in prima persona il proprio spazio, continuando a crearlo e ricrearlo in base alle esigenze, in stretto rapporto con la natura, e sempre in equilibrio con essa. C’era una grande sapienza nell’uso degli spazi, una razionalità finalizzata ad evitare ogni spreco e a fare in modo che ogni elemento sfruttasse ciascuno gli aspetti positivi dell’alto. Gli edifici si sviluppavano spesso attorno ad un cortile comune, creando così piccole comunità legate da interessi ed esigenze collettive.

In occasione della presentazione del volume a Vicenza abbiamo incontrato l'autore Lovato.

Lovato – Sulle Case (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)



continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar