NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Calcio, futura Lega Pro: derby a volontà?

In questo momento nella "nuova serie C unificata" giocherebbero quattro squadre della provincia: Vicenza, Bassano, Real e Marano. E per quest’ultima, in caso di promozione, si preannuncia un problema stadio

facebookStampa la pagina invia la pagina

Calcio, futura Lega Pro: derby a volontà?

COSÌ IN QUESTO MOMENTO IL GIRONE A DELLA LEGA PRO 2014-2015

 (attualmente in serie B)

1. Cittadella 

2. Padova 

(attualmente in Prima Divisione) 

3. VICENZA

4. Cremonese

5. Como

6. Venezia

 7. AlbinoLeffe

8. Südtirol

9. FeralpiSalò

10. Lumezzane

11. Pro Patria

12. Pavia

(attualmente in Seconda Divisione) 

13. BASSANO VIRTUS

14. Renate

15. Spal

16. Monza 

17. REAL VICENZA 

18. Alessandria 

19. Mantova

(attualmente in serie D)   
 20. MARANO VICENTINO 

(C.R.) La futura Lega Pro, in vigore dalla prossima stagione calcistica, potrebbe vedere in lizza nello stesso girone ben quattro formazioni della nostra provincia: Vicenza, Bassano Virtus, Real Vicenza e Marano. Ipotesi folle? Non proprio se si considera che allo stato attuale (cioè se i campionati si fossero conclusi domenica scorsa) sarebbero proprio questo il nostro contingente: i biancorossi di mister Lopez se non riusciranno a conquistare la promozione in serie B, i giallorossi che stanno dominando il torneo di Seconda Divisione (di fatto manca solo la matematica) e il Real Vicenza, che ha dilapidato un grande vantaggio sulla nona in classifica ma che al momento sarebbe comunque promosso. Infine il Marano che sta dominando il girone C di serie D (ha 5 punti di vantaggio sul Pordenone), campionato che regalerà la promozione alla Lega Pro alla prima classificata, che nello specifico farà dunque due salti di categoria. Ne abbiamo parlato con un presidente, un sindaco e due esperti della categoria, il procuratore Gabriele Savino e l'ex bomber "Toto" Rondon.

 

Attualmente oltre al poker della nostra provincia ci sarebbero anche Padova, Cittadella e Venezia: vediamo cosa potrà succedere

Saranno molte le variabili che determineranno la composizione della prossima Lega Pro, che sarà suddivisa in tre gironi da 20 squadre. Sempre fermando il campionato allo stato attuale (consentici questo giochetto...) sarebbero retrocesse dalla serie B entrambe le squadre padovane, la formazione bianco-scudata che è attualmente al penultimo posto con 21 punti (anche se deve recuperare la partita con il Carpi) e il Cittadella che è al quartultimo posto a quota 23, ma ha 5 punti di ritardo dal Novara e quindi in questo preciso momento non disputerebbe i play-out salvezza (il limite sono proprio i 5 punti, come successo al Vicenza alla fine dello scorso campionato). Con le quattro vicentine e le due padovane, ci sarebbe anche il Venezia - ben sette venete dunque! - che tuttavia dovrebbe disputare i play-off promozione e che quindi sogna a sua volta il ritorno tra i cadetti. Doverosa a questo punto una premessa: nel prossimo campionato di Lega Pro la speranza è di non vedere il Vicenza Calcio (l'augurio è che possa tornare tra i cadetti, campionato più consono ai 112 anni di storia, che saranno festeggiati domenica 9 marzo), al contrario di Bassano, Real Vicenza e Marano Vicentino, che invece la promozione devono conquistarla sul campo. Lo stesso discorso vale per le due padovane: pur in una rivalità che rimane accesa, alle "cugine" auguriamo di mantenere la cadetteria, anche se a questo punto appare difficile che l'obiettivo possa essere raggiunto da entrambe. Nella composizione del girone A sarà determinante capire la lista completa delle squadre - più di un club ha problemi economici, non è escluso che qualcuno sia costretto a "gettare la spugna", come si direbbe nel gergo pugilistico - quindi la situazione rimane

molto fluida. Di certo, secondo quanto traspare dal quartier generale dei vertici della Lega Pro, la suddivisione sarà orizzontale a livello geografico. A questo punto, assieme alle venete (a cui si aggiungerà il Sudtirol, squadra altoatesina) ci sarà un contingente lombardo che si preannuncia altrettanto nutrito e le piemontesi. Allo stato attuale sarebbero escluse le squadre di Liguria e Toscana, mentre sarebbero in bilico le emiliane (dentro Mantova e Spal, fuori Reggiana?). Qui a fianco un riepilogo della situazione, fermando, come detto, i campionati a domenica 2 marzo.

continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar