NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Vicenza quanto conosce le lingue straniere?

Il "premio per la traduzione" indetto dalla scuola superiore di mediazione linguistica ha raccolto molte adesioni di giovani che si sono misurati in un concorso proposto per la prima volta - La funzione della scuola ed i risultati pratici, primo tra tutti il confronto diretto con i turisti che visitano la città

facebookStampa la pagina invia la pagina

Vicenza quanto conosce le lingue straniere?

(g. ar.)- Un test/concorso riservato a giovani traduttori provenienti da tutte le scuole superiori della provincia fornisce una bella risposta alla domanda: si parlano molte lingue e a parlarle e praticarle, a livello di conoscenza medio alto, sono proprio i ragazzi. Il concorso indetto dall'istituto SSML che si occupa appunto della preparazione degli interpreti ha raccolto oltre un centinaio di ragazzi arrivati da tutta la provincia. In città quella che ha dato maggior partecipazione è stato il Linguistico del Pigafetta, ma in vario ordine tutte le superiori che hanno corsi di lingua straniera hanno dato il loro contributo. Test che per IN PIAZZA rappresenta anche un pretesto per allargare il senso della domanda di partenza. Per capire con quale occhio guardiamo ai numerosi visitatori di questa città, il più delle volte bisognosi di ausilio. Perché non conoscono l'italiano.

La Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Vicenza ha indetto la prima edizione del ‘Premio per la Traduzione’ riservato agli studenti del 5° anno delle Scuole Superiori dell’intera Provincia di Vicenza.

Per tornare alle modalità e al significato del concorso, gli studenti dovevano cimentarsi con la traduzione in italiano di un testo giornalistico – culturale. Tre le lingue da tradurre: inglese, tedesco, spagnolo. Le traduzioni sono state valutate da una giuria composta da tre docenti universitari.

In cinque giorni, i 100 posti disponibili sono andati esauriti e visto il successo per il prossimo anno si è già deciso che sarà aumentato il numero dei partecipanti. La metà degli iscritti proveniva dai licei di Vicenza, ma è stata numerosa la rappresentanza da Schio, e poi Bassano, Arzignano, Asiago, Thiene e Lonigo.

Vicenza quanto conosce le lingue straniere? (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)La lingua preferita per la prova è stata l’inglese (68%), seguito dallo spagnolo (21%) e dal tedesco (11%).L’80% dei partecipanti è stato rappresentato da studentesse.

Per ogni lingua del concorso erano previsti premi in denaro: al primo classificato 500 euro, al secondo 250 euro. Dizionari saranno assegnati al terzo e quarto classificato di ogni lingua.

 “Siamo rimasti sorpresi dall’interesse suscitato nelle scuole da questa prima edizione del Premio – dice Giuliana Schiavi, presidente della SSML – Evidentemente abbiamo intercettato lo spirito di competizione dei nostri giovani, ma pure il loro interesse per lo studio delle lingue straniere. È un fatto importante, considerando quanto la conoscenza di una o più lingue può fare la differenza nel mondo del lavoro. Dalla nostra esperienza di docenti e operatori del settore formativo, vediamo ogni giorno come sia qualificante per qualsiasi figura professionale avere dimestichezza con un altro idioma e come sia già da tempo emersa la necessità di apprendere altre lingue, come l’arabo o il cinese, per poter affrontare la globalizzazione delle relazioni e del lavoro”.

La SSML di Vicenza, titolare di riconoscimento ministeriale dal 1993, rilascia diplomi di laurea triennale in Scienze della Mediazione linguistica, indirizzo traduzione/interpretazione. In due decenni di attività ha portato alla laurea 400 persone, con un tasso di occupazione lavorativa a soli pochi mesi dal conseguimento del titolo che sfiora il 96%. Decine, infine, le persone italiane e straniere che hanno seguito Master specialistici per elevare le proprie competenze professionali nel campo della traduzione.

Di lingue straniere e della loro conoscenza, che significa in qualche modo anche predisporsi ad un dialogo non distratto con chi frequenta questa provincia da turista, abbiamo parlato a IN PIAZZA con FLAVIO ALBANESE architetto, MARCO CAVALLI critico letterario e traduttore, MARIA ROSA PULEO preside dell'Istituto Fogazzaro, GIULIANA SCHIAVI presidente dell'istituto universitario di mediazione linguistica SSML. La presenza di questi ospiti testimonia ovviamente il livello del tema rispetto non solo alla iniziativa del SSML e alla partecipazione, ma anche l'accentuata attualità del discorso.

continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar