NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Elezioni 2016, è già conto alla rovescia

Una decina di comuni vicentini andranno al voto nelle amministrative del prossimo anno. Ecco il lavoro che attende i sindaci di Caldogno, Costabissara, Monteviale e Nanto

facebookStampa la pagina invia la pagina

Elezioni 2016, è già conto alla rovescia

(C.R.) Neanche il tempo di commentare i risultati delle elezioni regionali e delle amministrative che nel Vicentino hanno riguardato quattro comuni (Lonigo, Malo, Cogollo del Cengio e Posina), che è tempo di pensare alla prossima scadenza elettorale, prevista presumibilmente nel mese di maggio 2016, quando saranno una decina i centri vicentini, dove i cittadini saranno chiamati alle urne. Il portale www.ladomenicadivicenza.it ha voluto avviare il "conto alla rovescia" sentendo i sindaci di quattro comuni interessati al voto - quelli di Caldogno, Costabissara, Monteviale e Nanto - per capire che cosa li attendi nei prossimi undici mesi.

 

Marcello Vezzaro, sindaco di Caldogno: «Per l'ultimo anno abbiamo a disposizione 7 milioni di euro, ma il patto di stabilità ci lega le mani»

In vista delle elezioni amministrative del 2016 il comune vicentino con il maggiore numero di abitanti è quello di Caldogno, dove l'attuale sindaco, Marcello Vezzaro, è in scadenza, visto che sta ultimando il suo secondo mandato. «Noi prossimi 12 mesi ci attende tanto lavoro - spiega il primo cittadino caldognese - di certo a un anno dalla conclusione posso dire, con un pizzico di orgoglio, che vantiamo un bilancio sano con 4 milioni di euro di disavanzo e una disponibilità che complessivamente arriva a 7 milioni: a legarci le mani è però il patto di stabilità».

Elezioni 2016, è già conto alla rovescia (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Sono ambiziosi i progetti dell'ambizione di Caldogno, con il sindaco Vezzaro che ha come obiettivo quello di avviare importanti e storici progetti, a partire dal Centro equestre, investimento privato ma con importanti ripercussioni anche per la viabilità. «L'iter procede nei tempi prestabiliti - assicura Vezzaro - la speranza è che in primavera si possa posare la prima pietra e conseguente avvio del cantiere. A questa opera è legata anche la realizzazione di una delle piste ciclabili che intendiamo ultimare, ossia quella che partendo proprio dal Centro equestre va verso Rettorgole e da qui verso Vicenza. La seconda è quella di via Giaroni, che dal capoluogo va verso la frazione Cresole».

Ma a Caldogno ci sono anche altre opere da realizzare e completare, a partire dal palazzetto dello sport, in un'area non collegata al Centro equestre. «Si tratta di un intervento a cui teniamo molto - assicura il sindaco - che andrebbe a completare l'offerta legata all'impiantistica sportiva. Si tratta di un intervento complessivo da 3 milioni di euro per un impianto polifunzionale con una capienza di oltre 500 spettatori in grado di ospitare diverse discipline, tra cui la pallamano». Non solo viabilità e impiantistica sportiva, ma anche sociale. «Stiamo definendo gli accordi per l'ampliamento della cittadella sanitaria "Azalea srl", dal nome della società che gestisce l'attuale centro anziani e che sta presentando un progetto per l'ampliamento della struttura, che negli obiettivi dovrebbe ospitare servizi di primo soccorso».

Altre opere riguarderanno una serie di interventi di asfaltature di strade e marciapiedi («Anche quelli in zona Capovilla», precisa Vezzaro) ma anche l'ex Municipio in via Dante. «Qui siamo in trattative - conclude il sindaco - per una cosiddetta cessione intelligente, ossia la possibilità di cedere l'intera area a impresa edile che nell'ambito della realizzazione di uffici e negozi, potrebbe destinarci degli alloggi che noi metteremo a disposizione di associazioni e gruppi locali».

 

Maria Cristina Franco, sindaco di Costabissara: «Nella classifica del Sole 24 Ore siamo il 16° comune italiano per qualità della vita: vogliamo mantenere questo record»

Maria Cristina Franco, sindaco di Costabissara, al contrario dei suoi colleghi intervistati per questa inchiesta, è l'unica al primo mandato, con la possibilità dunque di proseguire il suo lavoro. «Quasi sicuramente mi ricandiderò - afferma - non solo per portare avanti, assieme alla mia squadra, quanto promesso in campagna elettorale, ma anche perché me lo stanno già chiedendo molti cittadini, a conferma del buon lavoro svolto».

Elezioni 2016, è già conto alla rovescia (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Costabissara vanta un record, ossia quello di essere, in una classifica che viene stilata annualmente dal Sole 24 Ore, il migliore centro per qualità della vita nel Vicentino e il 16° in Italia, nella graduatoria che comprende i comuni medio-piccoli (quelli compresi tra i 5 mila e i 10 mila abitanti) per un totale di circa 8.500. «Siamo convinti - spiega il primo cittadino bissarese - di poter confermare anche il prossimo anno questa graduatoria, che comprende una serie di parametri tra cui la qualità dell'ambiente e la percentuale di verde, da noi molto alta vista anche la presenza di numerosi parchi. E ancora le piste ciclo-pedonali che collegano tutto il paese, il numero di sale e centri di aggregazione, oltre a quelli degli impianti sportivi. Pesano poi anche l'organizzazione di eventi e iniziative rivolte a tutti e una tassazione medio bassa rispetto ad altri comuni».

«Attualmente i nostri abitanti sono poco meno di 7.500 - prosegue la signora Franco - ma fa piacere che il nostro centro è molto ambito per chi cerca case e appartamenti, al punto che risultano davvero poche quelle sfitte. Molte persone, anche professionisti, incaricano le varie agenzie immobiliari a cercare un'abitazione a Costabissara».

Per quanto riguarda l'ultimo anno di lavoro prima delle nuove elezioni amministrative il sindaco si dice soddisfatta per quanto realizzato. «Le varie tabelle di marcia proseguono nei tempi prestabiliti - assicura - al punto che la quasi totalità si concluderanno entro il 2015. È il caso ad esempio di quello che riguarda la ristrutturazione del teatro che sarà adeguato anche alle norme antisismiche e che prevediamo di concludere per settembre, mentre proprio in questi giorni si sono conclusi i lavori dell'ex-magazzino comunale trasformato nella sala polifunzionale, accanto alla palestra in via Montegrappa. Un'altra opera importante e la pavimentazione del viale e della zona limitrofa al Parco del donatore, dotata anche di servizi quali corrente elettrica e acqua, con la possibilità quindi di diventare luogo di aggregazione. Altri interventi riguardano la struttura socio-sanitaria anche con la realizzazione di una serie di parcheggi, la riqualificazione dell'area attigua alla chiesa, oltre alla manutenzione delle strade e dei marciapiedi, attraverso asfaltature e altri lavori di miglioramento».



continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar