NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Terme a Recoaro, la nuova "era" inizia a giugno

Via libera per il rilancio dello stabilimento grazie all'appoggio della Regione: l'ottimismo del sindaco Ceola e l'impegno dell'associazione che comprende albergatori e imprenditori

di C.R.

facebookStampa la pagina invia la pagina

Terme a Recoaro, la nuova "era" inizia a giugno

Le terme a Recoaro guardano al futuro. È infatti arrivato il via libera per il rilancio dello stabilimento grazie all'appoggio della Regione Veneto. Nell'affrontare il tema il portale www.ladomenicadivicenza.it ha registrato l'ottimismo del sindaco Ceola e l'impegno dell'associazione che comprende albergatori e imprenditori, riuniti nell'associazione "Vivi Recoaro". Fiducioso anche l'assessore regionale al bilancio e alle partecipazioni societarie Gianluca Forcolin, mentre confortano i dati turistici 2015 riferiti al Veneto e al settore termale.

 

Giovanni Ceola, sindaco di Recoaro Terme: «Convocheremo consiglio comunale monotematico entro un mese: rilancio turistico anche con hockey pista e altri sport»

Terme a Recoaro, la nuova "era" inizia a giugno (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Chi sta lottando per questo obiettivo sin dall'inizio della sua elezione (avvenuta nel maggio 2013) è naturalmente il sindaco del paese, Giovanni Ceola, per il quale la data del 1° giugno vuole rappresentare un punto di partenza e non certo di arrivo. «Il rilancio delle terme di Recoaro - spiega il primo cittadino - rappresentava l'obiettivo primario espresso in campagna elettorale e in tal senso ci siamo impegnati in questi anni per favorire tutto ciò, peraltro in un momento difficile sotto il profilo economico. A fine mese è in programma un consiglio comunale per il bilancio preventivo, subito prima o subito dopo, quindi nell'arco di 2-3 settimane contiamo di convocarne uno monotematico proprio per analizzare tutti gli aspetti legati al rilancio delle terme di Recoaro. Siamo al fianco dell'associazione “Vivi Recoaro” e in tal senso stiamo preparando un documento di appoggio all'iniziativa che sarà presentata proprio durante il consiglio comunale straordinario».

«Mi piace anche ricordare - aggiunge il sindaco Ceola - che lo slogan della nostra lista civica era stato, e naturalmente lo è tuttora, "Recoaro Terme: sport, natura e benessere", a conferma di come la riapertura dello stabilimento termale rappresenta una parte del nostro progetto, che è invece molto più ampio: il nostro comune vanta un territorio davvero straordinario sotto il profilo delle bellezze naturalistiche, basti pensare al territorio montano, anche di alta quota, che comprendono i percorsi aperti per gli escursionisti, coloro che praticano trekking e per gli amanti delle mountain-bike. Nelle settimane scorse abbiamo stipulato una convenzione con la Fihp che prevede come il nostro palasport San Giorgio diventi centro federale e potrà ospitare le nazionali azzurre e gli atleti che praticano hockey su pista e pattinaggio: in questo modo potremo accogliere i ritiri delle nazionali maggiori, giovanili e femminili di hockey, oltre agli eventi di formazione riservati ad allenatori e arbitri e ad alcuni incontri di livello internazionale delle formazioni tricolori, sia per i ragazzi che per la ragazze. Partner di questa intesa sono anche il Centro Sport Valdagno, gestore dell'impianto sportivo recoarese, e l'Associazione Vivi Recoaro Terme, in rappresentanza degli albergatori, che a loro volta sono impegnati in questo rilancio. Durante l'estate siamo pronti a tornare ad ospitare ritiri delle squadre calcistiche, inutile ribadire che in estate qui il clima è davvero straordinario e non si soffre mai il caldo».

Alla riapertura delle terme di Recoaro è legato l'intero volano dell'economia locale. «Inutile ribadire che con l’auspicato rilancio - conclude Giovanni Ceola - ovviamente ne gioverà l’economia di Recoaro, che ha sofferto in particolare nell'ultimo decennio. Molti dei nostri giovani sono dovuti andare via in cerca di lavoro: il mio sogno è che una parte di loro possa tornare e che il nostro paese tornare ad essere un'occasione di lavoro, come avveniva un tempo, anche per altri».

 

Paolo Asnicar, presidente dell'Associazione “Vivi Recoaro”: «Albergatori e imprenditori pronti a fare la loro parte, il nostro "business plan" è pronto da anni»

Terme a Recoaro, la nuova "era" inizia a giugno (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Come anticipato dal sindaco Ceola sarà l’associazione “Vivi Recoaro”, composta da albergatori, commercianti e imprenditori locale, ad avere un ruolo determinante nella nuova era dell'attività termale nel comune recoarese, visto che toccherà proprio a questa avere in mano la gestione delle terme stesse. "Con la Regione siamo alla stretta finale, ma non c'è ancora la firma definitiva, quindi preferisco non sbilanciarmi su progetti e prospettive", taglia corto Paolo Asnicar, presidente dell’associazione e titolare (assieme ai familiari) dell'Hotel Trettenero di Recoaro Terme.

«Albergatori e imprenditori, assieme agli altri soci di "Vivi Recoaro" - tiene a precisare Asnicar - sono pronti a fare la nostra parte. Siamo consapevoli che è indispensabile un rilancio delle terme ma anche dell'intera attività turistica: se siamo in trincea, per usare una frase forte, significa che siamo consapevoli che esistono margini per un rilancio dell'intero comprensorio. Per quanto ci riguarda abbiamo le idee chiare e in tal senso il nostro "business plan" è stato definito nei dettagli, con il nostro coinvolgimento diretto. Le idee ci sono, adesso attendiamo di capire a quali finanzianti potremo accedere. Il coinvolgimento dell’amministrazione di Recoaro è ovviamente importante, soprattutto perchè evidenzia che sul tema c’è compattezza e unità di intenti e secondariamente per rendere appetibile l’entrata di nuovi soci nell’associazione».

Meno ottimismo invece per quanto riguarda l'andamento del settore. «A livello mondiale - conclude il presidente dell'Associazione “Vivi Recoaro” - il comparto turistico ha sofferto la crisi e in maniera più marcata questo è avvenuto nel settore termale. Da parte nostra non puntiamo solo al rilancio dello stabilimento delle terme, ma lavoriamo su più prodotti, anche se l'acqua termale dovrà per forza rappresentare un'attrattiva anche per atleti e persone che amano trascorrere vacanze all'insegna dello sport. I fasti di Recoaro negli Anni Sessanta e Settanta? Più di qualcuno ama aprire l'album dei record, io dico che più che guardare le fotografie del passato sarebbe meglio provare ad attaccarne di nuove».



continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar