NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Mercato immobiliare, aria di ripresa dopo 8 anni

Confortanti i dati che emergono dal “listino prezzi” della Borsa Immobiliare della Camera di Commercio che evidenziano l'inversione di tendenza. Fiducia tra gli addetti ai lavori del settore

di L.P.

facebookStampa la pagina invia la pagina

Mercato immobiliare, aria di ripresa dopo 8 anni

Anche in provincia di Vicenza il mercato immobiliare evidenzia segnali positivi nel breve e medio-lungo termine. È quanto emerge dalla rilevazione dei Valori dei beni immobili Residenziali relativa al 2° semestre 2015, il cosiddetto “Listino prezzi”, redatta dalla Borsa Immobiliare (organismo della Camera di Commercio di Vicenza) in collaborazione con i mediatori immobiliari accreditati. Le rilevazioni dei prezzi di compravendita degli immobili residenziali della Borsa evidenziano quotazioni ancora in generale leggermente calanti, anche si evidenziano alcune situazioni in controtendenza con leggeri incrementi di prezzo. Lo studio rileva che le nuove tecniche costruttive portano a poter disporre di edifici più performanti in termini di impatto ambientale e di contenimento dei consumi energetici. Il portale www.ladomenicadivicenza.it ha voluto approfondire il tema, evidenziando i valori di altre statistiche ma sentendo anche gli addetti ai lavori del settore immobiliare e delle costruzioni.

 

Nel Vicentino previsto nel 2016 un aumento della produzione edilizia non legata alla ristrutturazione, ma al nuovo. Quotazioni degli immobili ancora in leggero calo

Mercato immobiliare, aria di ripresa dopo 8 anni (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)L’Osservatorio dell'Ance sull’industria delle costruzioni prevede che i dati consuntivi del 2015, ancora in elaborazione, mostreranno un’attenuazione del trend involutivo relativamente agli investimenti in costruzioni con una decelerazione rispetto ai pesanti arretramenti degli anni precedenti. Una tendenza da cui la provincia di Vicenza non di discosterà di molto, confermando il trend nazionale. In riferimento alla situazione congiunturale, nel quarto trimestre del 2015, sulla base dell’indagine VenetoCongiuntura, a livello provinciale il fatturato delle imprese di costruzioni è tornato a scendere su base tendenziale (-0,7%) dopo l’aumento dello 0,3% in ragione di anno del terzo trimestre. Assottigliamento è più marcato per il portafoglio ordini in terra berica: -1,9% (ma +0,1% nel Veneto). In ottica prospettica per la prima parte del 2016 gli imprenditori vicentini hanno previsto un giro d’affari ancora in leggera diminuzione, stazionarietà dei prezzi, contenuto ripiegamento degli ordini e invarianza dei livelli occupazionali; ma la prima parte del 2016 potrebbe coincidere con un primo sostanziale aumento della produzione edilizia non legata alla ristrutturazione ma al nuovo costruito sia residenziale sia non residenziale.

Nella provincia di Vicenza nel settore residenziale le compravendite sono state 6.209 in termini di Ntn nel 2015: il confronto su base annuale indica un aumento del 7,8% accompagnato da un aumento delle pertinenze del 5,3%. Dal lato delle quotazioni degli immobili residenziali, le rilevazioni della Borsa Immobiliare di Vicenza evidenziano quotazioni ancora leggermente calanti, si evidenziano tuttavia alcune situazioni in controtendenza con leggeri incrementi di prezzo. Va rilevato comunque che le nuove tecniche costruttive portano a poter disporre di edifici più performanti in termini di impatto ambientale e di contenimento dei consumi energetici. Seppur limitate in termini assoluti, le compravendite nel terziario nella provincia berica sono aumentate del 7,8%. I dati nel settore commerciale e del settore produttivo mostrano invece arretramenti (rispettivamente –9,2% e –6,4%).

I dati sulle erogazioni di finanziamenti oltre il breve termine per le famiglie consumatrici per l’acquisto di abitazioni mostrano andamenti confortanti: nei primi nove mesi del 2015 le erogazioni sono state in provincia pari a circa 407 milioni di euro con un forte aumento rispetto all’analogo periodo del 2014 (+43,5%). Va tuttavia rilevato che nel terzo trimestre 2015 vi è stato un leggero rallentamento di questa crescita che seppur continuata ha avuto un’intensità minore. Anche le erogazioni di finanziamenti per l’acquisto di fabbricati non residenziali, pur su livelli differenti (nei primi nove mesi le erogazioni sono state pari 162 milioni) sono in forte incremento rispetto all’analogo periodo del 2014 (+68,1%) anche se questo aumento è dovuto soprattutto ai dati del primo trimestre.

Mercato immobiliare, aria di ripresa dopo 8 anni (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Dal lato delle quotazioni, le rilevazioni dei prezzi di compravendita degli immobili residenziali della Borsa Immobiliare di Vicenza evidenziano quotazioni ancora in generale leggermente calanti, si evidenziano tuttavia alcune situazioni in controtendenza con leggeri incrementi di prezzo. Va rilevato comunque che le nuove tecniche costruttive portano a poter disporre di edifici più performanti in termini di impatto ambientale e di contenimento dei consumi energetici.

 

Lorenzo De Facci, presidente del comitato esecutivo della Borsa Immobiliare di Vicenza: «In crescita le compravendite nel settore residenziale nel capoluogo berico»

A fornire un commento complessivo sui dati evidenziati nel capitolo precedente è Lorenzo De Facci, presidente del comitato esecutivo della Borsa Immobiliare di Vicenza.

«Come si può notare dall’ultimo Osservatorio sul mercato immobiliare realizzato dalla Borsa immobiliare in collaborazione con l’Ufficio Studi della Camera di Commercio - spiega De Facci - dopo sette anni consecutivi di crisi le difficoltà non sono superate ma si intravede qualche segnale di ottimismo. Il fatturato delle imprese vicentine di costruzioni si è stabilizzato. Nel contempo va anche registrato come le compravendite nel settore residenziale a Vicenza sono cresciute con tassi interessanti pur restando lontani dai livelli pre-crisi e anche la discesa dei prezzi sembra essersi arrestata».

Ma secondo De Facci ci sono altri parametri che evidenziano nuovi scenari economici nel Vicentino. «Le erogazioni dei mutui - evidenzia il presidente del comitato esecutivo della Borsa Immobiliare di Vicenza - per l’acquisto delle abitazioni da parte delle famiglie sono ripresi favoriti dai bassi tassi di interesse. Nel settore delle costruzioni restano le opportunità legate alle agevolazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie e interventi di efficientamento energetico degli edifici, e anche altre novità quali il varo della detrazione IRPEF del 50% dell’IVA per l’acquisto di abitazioni in classe energetica A o B e la possibilità di acquistare l'abitazione principale in leasing. Anche l’allentamento del Patto di stabilità interno potrà attivare alcuni investimenti pubblici che negli ultimi anni sono mancati».

La Borsa immobiliare, tramite i suoi operatori accreditati, offre un insieme di servizi connessi al mercato immobiliare rivolto ai cittadini e agli operatori economici puntando su principi di garanzia e di trasparenza: le imprese e le agenzie accreditate, firmando un codice deontologico, si assumono impegni ulteriori a quelli previsti dalla legge a garanzia della tutela del consumatore (utilizzo solo di personale abilitato a svolgere le intermediazioni, collaborazione tra agenti accreditati e altro ancora) e questo è riconosciuto come valore aggiunto dalla Camera di Commercio che svolge la funzione istituzionale di informazione e regolazione del mercato.

«Il servizio di Borsa Immobiliare - tiene a precisare De Facci - vuole essere quindi un punto di riferimento per l’intero settore immobiliare della provincia. I servizi offerti alle imprese e ai consumatori dalla Camera di Commercio e dalle imprese accreditate sono infatti i seguenti: consulenza gratuita in materia immobiliare, formazione agli accreditati e agli estimatori degli immobili, gestione di una Banca dati delle offerte di vendita o locazione di immobili (www.borsaimmobiliarevicenza.it), informazioni ai consumatori in materia immobiliare, perizie di stima dei beni immobili a tariffe calmierate e predefinite, rilevazione periodica delle quotazioni dei valori degli immobili residenziali. In definitiva la Borsa Immobiliare rappresenta un utile strumento di conoscenza per il cittadino e per le imprese e con i suoi servizi può rendere più sicuro e trasparente anche l’incrocio tra richieste di acquisto e di vendita».



continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar