NR. 01 anno XXV DEL 01 FEBBRAIO 2020
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

In consiglio spazio agli stranieri

Depositata in comune dall'Unione Immigrati di Vicenza la proposta per il Consiglio straniero

di Gianna Tessaro
tgextra@tvavicenza.it

facebookStampa la pagina invia la pagina

In consiglio spazio agli stranieri

La proposta del In consiglio spazio agli stranieri (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)sindaco Achille Variati di creare il consiglio degli stranieri in Sala Bernarda, lanciata durante la Festa dei Popoli di Vicenza, è stata raccolta da Sinistra Ecologia Libertà e dall'Unione Immigrati di Vicenza e formalizzata in una proposta depositata dal presidente del Consiglio Comunale affinché venga presa in considerazione dalla commissione statuto e inserita nella futura costituzione della città. Secondo il progetto, il Consiglio dovrà avere 21 componenti eletti dagli immigrati non comunitari e dovrà dire la sua su questioni legate all'immigrazione, sul bilancio di previsione e la programmazione. Potrà presentare proposte di delibera su qualsiasi argomento e il presidente ed il vice potranno sedere in consiglio -senza diritto di voto dato che la legge non lo conseIn consiglio spazio agli stranieri (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)nte – ma con la possibilità di presentare interrogazioni ed interpellanze. «In pratica – spiega Ousmane Condè [a des.], presidente dell'Unione Immigrati della provincia di Vicenza – gli immigrati potranno eleggere i propri rappresentanti affinché facciano proposte per migliorare la vita dei migranti in città. Dato che contribuiamo alla crescita del paese abbiamo diritto anche noi ad eleggere qualcuno che ci rappresenti in vista della possibilità futura d'ottenere il voto amministrativo così da poter eleggere il consiglio comunale». Anche Saluah Ghribi, segretaria dell'Unione Immigrati di Vicenza punta al voto amministrativo che considera «un diritto per ogni cittadino straniero che partecipa alla vita sociale del paese». Partecipazione già dimostrata a Vicenza durante l'alluvione dello scorso anno che ha portato in strada, a spalare fango e macerie, decine e decine di migranti.

In consiglio spazio agli stranieri (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Anche per Don Giovanni Sandonà [a sin.], direttore della Caritas Diocesana intervenuto ad un convegno promosso dalla stessa Unione degli Immigrati di Vicenza, «inserire gli stranieri all'interno dei consigli comunali con quote di partecipazione potrebbe essere una pratica efficace per garantirne l'integrazione. Dobbiamo renderci conto che gli stranieri rappresentano il 13% della nostra società e che non c'è motivo perché non vi sia una rappresentanza proporzionale nei consigli comunali».

Il Consiglio è un organismo ben diverso dalla consulta perché ha maggiori poteri. È inoltre un organismo che sancisce dei diritti che al momento sono ancora lontani per molti immigrati.

 

nr. 25 anno XVI del 2 luglio 2011

Guarda l'ultimo TG Extra
TG Extra on line
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar